Autorizzazioni

Per accedere al Laboratorio occorre avere la necessaria autorizzazione. L'autorizzazione può essere richiesta solo da persone in rapporti ufficiali con l'Università di Padova (studenti, assegnisti, dottorandi, etc.). L'autorizzazione è strettamente personale: è severamente vietato far entrare in laboratorio altre persone non autorizzate. Ogni accesso al laboratorio senza autorizzazione, o con autorizzazione scaduta, è una infrazione e come tale perseguibile ai termini di legge.

L'orario di accesso al laboratorio è 7.30-19.30, dal lunedì al venerdì.

L'uso del laboratorio di informatica è finalizzato esclusivamente a progetti (in ogni caso di qualunque area dipartimentale) che necessitino supporto informatico: accesso alla rete e/o alle macchine del laboratorio. In particolare, il laboratorio non è un'aula studi, o un posto di "bivacco logistico", e non deve essere utilizzato come tale. Si ricorda infine che il laboratorio ha severe norme di sicurezza: è vietato l'uso di bevande e cibo, l'unico utilizzo permesso è l'utilizzo delle attrezzature informatiche.

Il responsabile del laboratorio per la sicurezza (preposto) è Luca Righi.

La procedura da seguire è la seguente.

PRIMO PASSO:

L'autorizzazione è subordinata, come da nuova normativa di ateneo, all'eseguire obbligatoriamente la formazione di sicurezza per l'accesso ai laboratori di Ateneo. Per far questo occorre quindi prima rivolgersi al responsabile del laboratorio per la sicurezza, Luca Righi (righi@math.unipd.it), che si occupa della parte relativa. Il materiale relativo al corso online di formazione alla sicurezza è disponibile online.

SECONDO PASSO:

Dopo aver ottenuto la relativa formazione sulla sicurezza ed espletato le relative formalità burocratiche, occore occorre scrivere una email all'indirizzo inflab@math.unipd.it (per favore NON USATE ALTRI INDIRIZZI EMAIL O INDIRIZZI PERSONALI, CHE NON SARANNO CONSIDERATI) con la richiesta di accesso, indicando queste informazioni:

  1. nome, cognome e numero di matricola;
  2. qualifica (studente triennale, magistrale, dottorando, borsista etc etc): se siete invece un borsista o membro di qualche progetto di ricerca, indicare nome del progetto ed affiliazione (progetto regionale, EU, etc etc.) con una breve descrizione del progetto stesso;
  3. email di contatto preferita (in mancanza, sarà usato il mittente dell'email);
  4. docente responsabile
  5. data prevista per la conclusione del progetto (e quindi, di fine permesso). ATTENZIONE: per garantire il "fair use" ed evitare sovraffollamenti, la durata massima dei permessi è di 3 mesi per i laureandi triennali, e di 6 mesi per quelli magistrali. Durate superiori sono permesse a fronte di necessità dichiarate e concordate col docente responsabile. In caso quindi di richieste di durata superiore a quella normale, deve essere anche acclusa all'email una breve spiegazione che sostanzi la richiesta di durata superiore. In ogni caso, sempre a fronte di necessità dichiarate come sopra, ogni permesso potrà poi essere rinnovato (anche ad esempio nel caso la laurea slitti e serva ulteriore lavoro): basterà richiedere un'estensione, sempre motivata con le modalità di cui sopra.
  6. dichiarazione di aver effettuato l'obbligatoria formazione di sicurezza (basta ad esempio una frase del tipo "Dichiaro di aver effettuato la formazione obbligatoria sulla sicurezza, come da normative di Ateneo, sotto la supervisione del responsabile di laboratorio per la sicurezza, dott. Luca Righi, ed aver espletato tutte le relative formalità burocratiche")

A seguito di questa richiesta, si riceve poi la conferma a procedere tramite una email allo studente autorizzato (non al docente responsabile), ed essendo inseriti nella lista autorizzati.

TERZO PASSO:

Una volta avuta l'autorizzazione finale, si procede a contattare via email Alessandro Michelotto (email ale@math.unipd.it) per attivare la corrispondente autorizzazione sulla tessera multifunzione (badge) dell'Università. Nella email scrivete nome, cognome e numero di matricola.

Per ogni necessità riguardante il collegamento ad Internet e l'eventuale accesso alle macchine del laboratorio, occorre poi rivolgersi ai sistemisti del Servizio Calcolo (Uffici 311 e 312, III piano, davanti al laboratorio).